The lovers

Non per il superbo che s’apparta
Dalla luna che infuria io scrivo
Su queste pagine di spuma
Né per i morti che torreggiano
Con i loro usignoli e i loro salmi,
Ma per gli amanti, per le loro braccia
Attorno alle angosce dei secoli,

Che non pagano lodi né salario
E non si curano del mio mestiere o arte.

"Dylan Thomas in Nella mia arte scontrosa o mestiere."